Asti e dintorni

Città a misura d’uomo, che conta 77.000 abitanti, la città di Asti è nota in tutto il mondo per le colline che la circondano e per l’enogastronomia ma poco per il suo patrimonio artistico, ricco di testimonianze romaniche e medievali.

Torri, chiese, palazzi storici, musei, piazze: Asti è una città da scoprire lentamente, passeggiando per i vicoli e le eleganti vetrine dei negozi liberty.

Cattedrale

Edificata tra gli ultimi anni del ‘200 e la prima metà del ‘300 su edificio preesistente (del quale rimane un mosaico pavimentale visibile nel presbiterio), è il più bello e imponente esempio di gotico in Piemonte. Magnifica la visione dal lato sud con lo splendido campanile romanico. Al suo interno, moltissimi capolavori e affreschi.

Collegiata San Secondo

Dedicata al santo patrono della città, la chiesa attuale fu edificata tra il XIII e il XV secolo. Dell’edificio precedente rimangono il campanile romanico e la parte centrale della cripta. L’interno gotico a tre navate presenta opere di pregio mentre la prima cappella della navata destra ospita i drappi del Palio donati alla Collegiata ogni anno durante la medievale cerimonia dell’Offerta del Palio il 1° martedì di maggio.

Palazzo Alfieri – Museo Alfieriano Fondazione Guglielminetti

Qui nacque il grande trageda astigiano Vittorio Alfieri il 16 gennaio 1749. Il palazzo fu “ammodernato” intorno al 1736 dall’architetto Benedetto Alfieri (cugino di Vittorio). Il piano nobile comprende gli appartamenti e la camera natale di Vittorio Alfieri. Il palazzo ospita la Fondazione Centro Studi Alfieriani e il Museo Alfieriano.

Museo San Anastasio Asti

Palazzo del collegio museo civico sant’Anastasio

Sito archeologico e sede museale, custodisce i resti di ben 4 chiese (dall’VIII al XVII sec.) facenti parte del monastero benedettino di Sant’Anastasio e la splendida cripta romanica. Nel museo sono esposti i capitelli in arenaria della seconda chiesa romanica di S. Anastasio (inizio XII sec.), capitelli, mensole, conci d’arco scolpiti (secc. XIII-XV) provenienti dalla scomparsa chiesa gotica della Maddalena.

Palazzo Mazzetti asti

Palazzo Mazzetti – Museo Civico

Trasformato da Benedetto Alfieri, conserva sontuosi interni al piano nobile e oggi è sede della Pinacoteca civica che ospita tra l’altro tavole del maestro di San Martino Alfieri (XVXVI sec.), opere di Guglielmo Caccia, di Giancarlo Aliberti, una notevole sezione dei pittori genovesi del ‘600 con due tele di Valerio Castello, le microsculture in legno di G. M. Bonzanigo e una ricca collezione di artisti piemontesi e italiani dell’800 e del ‘900 (tra i quali Grosso, Delleani, Pittatore, Cagli, Guttuso).

Palazzo Ottolenghi museo del risorgimento

Il Museo presenta cimeli, opere pittoriche, bandiere, armi e monete del periodo 1797- 1870, frutto di donazioni di famiglie astigiane. Dalle sale, dotate di supporti multimediali, si scende al rifugio antiaereo della II Guerra Mondiale dove una toccante proiezione ripercorre le vicende astigiane del periodo.

Teatro Alfieri

Inaugurato nel 1860, ha una costruzione a ferro di cavallo con quattro ordini di palchi per un totale di 103 più il loggione. La capienza totale era di 2000 persone. Dopo lunghi lavori di restauri il teatro è tornato a nuovo splendore da alcuni anni e ospita una stagione di prestigio e un festival di drammaturgia contemporanea.

Eventi ad Asti

Gli eventi nella città di Asti

  • FESTEGGIAMENTI DI SAN SECONDO Centro storico – 1° martedì di maggio
  • PALIO Piazza Alfieri – 3a domenica di settembre
  • FESTIVAL DELLE SAGRE Piazza Campo del Palio – 2° week-end di settembre
  • DOUJA D’OR Enofila – Corso F. Cavallotti 45 – Dal 2° fine settimana alla 3a domenica di settembre
  • FIERA REGIONALE DEL TARTUFO Piazza San Secondo – 3a domenica di novembre

Nei dintorni di Asti

Un territorio a grappolo, tra le splendide colline UNESCO del Monferrato e delle Langhe. Borghi, castelli, manifestazioni e tradizioni che rendono l’astigiano una terra vivace, animata dai tanti piccoli comuni disseminati tra i filari delle vigne.

 

Luoghi da scoprire lentamente, a piedi, in bicicletta, alternando escursioni all’aria aperta, visite culturali tra musei, castelli e torri, soste in cantina, piacevoli attività sportive, trattamenti benessere e shopping, per poi concludere la giornata in uno dei tanti deliziosi ristoranti dove assaporare i piatti del ricchissimo patrimonio gastronomico.

 

Inizia la tua visita da Villa Fiorita e scarica la guida al territorio cliccando qui

© 2016 Azienda Agricola Villa Fiorita. All rights reserved. P.I. 01546270057